Alt-svc

L'intestazione di servizio alternativo (Alt-svc:) e il corrispettivo frame HTTP/2 ALT-SVC non sono specificamente creati per QUIC o HTTP/3. Tali header sono parte di un meccanismo gia ben rodato per cui un server può segnalare ad un client "guarda, io erogo questo stesso servizio ANCHE su QUESTO HOST, utilizzando QUESTO PROTOCOLLO, su QUESTA PORTA". Vedi i dettagli nella RFC 7838.

In caso lo supportasse e lo desiderasse, ad un client che ricevesse tale header Alt-Svc in una risposta verrebbe consigliato di connettersi in parallelo ed in background all'host suggerito -utilizzando il protocollo definito- ed in seguito completare il resto delle operazioni utilizzando questo nuovo canale, al posto della connessione iniziale.

In caso la connessione iniziale stesse utilizzando HTTP/2 o addirittura HTTP/1, il server può decidere di rispondere al client di riprovare tale connessione via HTTP/3. Tale connessione potrebbe essere diretta allo stesso host, o ad un altro host distante, capace di servire tale contenuto sul protocollo prescelto. L'informazione fornita all'interno dell'header Alt-Svc è dotata di una data di scadenza, che permette la redirezione dei clients verso host alternativi entro un certo lasso temporale.

Esempio

Un server HTTP include nella propria risposta un header di tipo Alt-Svc::

Alt-Svc: h3=":50781"

Questo indica che HTTP/3 è disponibile via UDP sulla porta 50781, sullo stesso host utilizzato in prima istanza.

Un client può a quel punto tentare di stabilire una connessione QUIC verso la destinazione indicata, ed in caso di successo continuerebbe a comunicare con l'origine attraverso il nuovo canale, non attraverso l'originale in HTTP.

results matching ""

    No results matching ""